Tekst

Parco naturale Velebit

Il Parco naturale Velebit comprende una superficie di 2.200 kmq e si estende dal valico Vratnik nel Nordovest fino alla gola del fiume Zrmanja nel Sudest nella lunghezza di 145 km. Dalla parte occidentale è limitato dal Mare Adriatico e dalla parte continentale è circondato dai campi Gacko, Ličko e Gračačko con i fiumi Gacka, Lika e Otuča. Il Parco naturale Velebit è la più grande area protetta della Repubblica Croata. Ha ottenuto lo status protettivo nel 1978 a causa dei suoi valori naturali e dell'importanza per la conservazione della biodiversità del pianeta. Il Parco naturale è stato inserito nella rete delle riserve internazionali della biosfera dell'UNESCO. All'interno dei limiti del Parco sono situati anche due parchi nazionali, Parco nazionale Paklenica e Parco nazionale Velebit settentrionale.

Natura e cultura

La maggior parte del Parco è composta di rocce sedimentarie, calcari, dolomiti e brecce del Velebit. Tutta la zona del Parco è caratterizzata da una grande ricchezza e diversità delle forme carsiche sotterranee e superficiali, dalle più minusole e innumerevoli pietre e crepacci, moltissime doline, vallette, valli, fino alle rocce e rupi grandi, grotte e caverne profondi. Nel territorio del Parco troviamo anche diversi biotopi di numerosi endemi della flora e fauna. La più nota è senz’altro la degenia velebitica.

Numerosi resti dei monumenti culturali, delle strutture sacrali, delle vecchie cascine e dei centri abitati montani testimoniano sull'intensa vita della gente in montagna. Oggi, questi monumenti, quali Roccia scritta, molti mulini, tombe di pietra, cascine dei pastori, ci rivelano i costumi e le abitudini della popolazione di allora. Una parte di questi valori naturali e storico-culturali del Parco può essere vista passeggiando per i sentieri didattici quali Teresiana, sentiero didattico situato nel tratto della strada, costruita ancora nel 1786, che collegava Karlobag con Gospić, sentiero didattico «Ponte Kudin» in cui possono essere conosciuti sia la più bella e sfarzosa caduta d’acqua che le cascate formate da letti di tufo del fiume Krupa. Questo ponte è allo stesso tempo il più vecchio passaggio conservato attraverso il fiume Krupa. Poi, il sentiero didattico Starigrad Senjski – Donja Klada, tracciato ancora nel 1847, vi porta fino ad una serie delle bellissime insenature croate.

Una delle più belle è senz’altro l’insenatura Zavratnica protetta come un paesaggio importante. All’inizio del XX secolo a Zavratnica è stato costruito anche il sentiero superiore con il belvedere, nonché il lungomare. Nella parte meridionale del Parco naturale Velebit sono situate le Grotte Cerovačke , una delle più note e più importanti strutture speleologiche della Croazia. Il complesso è composto di 3 grotte (inferiore, media e superiore) con un totale di 4 km di canali esplorati. Per la visita turistica sono stati sistemati i primi 700 m della Grotta inferiore e della Grotta superiore. Queste grotte sono estremamente ricche di reperti della storia antica. Oltre a una grande quantità dei reperti archeologici, rappresentano inoltre uno dei più grandi ritrovamenti dell’orso speleo della Croazia. E così oggi ci potete vedere le tracce di “affilamento” degli orsi sulle rocce, formate dai loro movimenti lungo le pareti delle grotte.

Le informazioni più dettagliate sul Parco naturale Velebit possono essere trovate nel sito web www.velebit.hr

Tekst