Tekst

Progetti

Nell’ambito delle sue attività regolari e in collaborazione con enti e istituzioni scientifici, individui e sponsor, l’Ente pubblico Parco nazionale Velebit settentrionale organizza diversi progetti. Lo scopo dei progetti scientifici e specialistici è di diffondere le conoscenze sui valori naturali del Parco come base per una gestione di alto livello. I progetti di natura istruttiva e promozionale sono destinati ai visitatori del Parco e ad un pubblico più ampio con l’obiettivo di formarli riguardo al Parco nazionale Velebit settentrionale e di sensibilizzarli sui valori molteplici di questa zona.

Conservazione dei sistemi ecologici carsici (KEC)

Il progetto di conservazione dei sistemi ecologici carsici (KEC) è stato realizzato in Croazia dal 2003 al 2007 come un progetto al livello nazionale. Ha compreso il territorio di 5 parchi della zona carsica – oltre al Parco nazionale Velebit settentrionale ci hanno partecipano il Parco nazionale Laghi di Plitvice, il Parco nazionale Paklenica, il Parco nazionale Risnjak e il Parco della natura Velebit. Il progetto è stato attuato dal Ministero di cultura in collaborazione con la Banca mondiale ed è stato finanziato con i mezzi del Fondo per l’ambiente globale. Il progetto ha compreso molte attività e tra le più importanti sono l’elaborazione del piano di gestione, la catalogazione e la cartografia della diversità biologica, la costituzione del Sistema geografico informativo (GIS) e della base dati sulla diversità biologica e altri valori naturali del Parco. Con i fondi del progetto è stata sistemata anche una parte dell’infrastruttura (palazzo direzionale del Parco, ristrutturazione della via d’accesso al Parco) ed è stata acquistata l’attrezzatura informatica e multimediale. Nell’ambito del progetto si sono svolte molte botteghe con la partecipazione della popolazione locale, degli associati, delle organizzazioni turistiche e simile, nonché i corsi di formazione per i dipendenti del Parco quali corso delle tecniche d’interpretazione, utilizzo degli utensili del sistema GIS e simile.

Ristrutturazione dell’Orto botanico del Velebit

In collaborazione con l’Orto botanico dell’Istituto botanico dell’Università di Zagabria a partire dal 2002 è in corso il progetto di ristrutturazione dell’Orto botanico del Velebit. Il progetto comprende la catalogazione delle piante esistenti nell’Orto e l’inserimento di quelle nuove, i lavori di giardinaggio, la marcatura delle piante, la manutenzione dell’infrastruttura e le attività pubblicitarie. In occasione del 40° anniversario della costituzione dell’Orto sono stati collocati anche i pannelli didattici .

Lavoro volontario nel Parco

A partire dal 2009 il Parco opera allo sviluppo dei programmi di volontariato in collaborazione con il Centro di volontariato di Zagreb. Il volontariato dà la possibilità ai partecipanti di vivere il Parco da un altro angolo, “da dentro”, di maturare nuove esperienze, creare nuove conoscenze, nonché di influire positivamente sul mondo che li circonda, regalando il proprio lavoro e il tempo alla comunità. Per ora i volontari hanno la possibilità di svolgere i lavori dell’addetto ausiliario al giardinaggio nell’Orto botanico del Velebit. Sono in preparazione anche i progetti del volontariato gestionale.

Centro visitatori Krasno

Con questo progetto l’Ente pubblico Parco nazionale Velebit settentrionale desidera aprire nel paese di nome Krasno, dove è situata la Direzione del Parco, un moderno Centro visitatori al fine di presentare ad un numero sempre più grande di visitatori di questo territorio i valori naturali e culturali del Parco e dei dintorni, di arricchire ulteriormente l’offerta turistica di Krasno e della città di Senj, nonché di attirare un numero più grande di turisti in questa zona, specialmente nel periodo invernale quando il territorio del Parco non può essere visitato. Il territorio del Parco è caratterizzato da un terreno estremamente carsico in cui il fenomeno delle fosse profonde è una delle caratteristiche più apprezzate grazie a cui il Velebit settentrionale è stato annoverato tra le più importanti località speleologiche del mondo. Pertanto il tema principale del Centro visitatori saranno le fosse profonde alla cui formazione, le caratteristiche e la ricerca, nonché alla geologia in generale, sarà dato un posto importante. Al Centro saranno interpretati anche i temi relativi ad altri valori del Parco (con l’accento sul fatto che tutta la zona fa parte anche della rete ecologica) quali diversi ecosistemi (bosco, prati…), clima, meteorologia e patrimonio culturale del Parco. Sarà altresì presentato l’influsso dell’uomo sulla formazione del paesaggio e sulla diversità biologica. Nell’interpretazione saranno applicati approcci moderni che richiedono dai visitatori l’interazione e la ricerca, mentre i contenuti saranno arricchiti con effetti multimediali (immagini, suoni, odori…). All’interno del Centro si troveranno anche il Centro informazioni del Parco e il negozio di souvenir. È in programma anche uno spazio più contenuto destinato alle presentazioni più piccole, nonché la zona per la bottega creativa, destinata in primo luogo all’istruzione dei bambini dell’età scolastica attraverso il lavoro pratico che sarà particolarmente importante quando a Krasno inizieranno i programmi pianificati della scuola all’aperto. Questo contenuto sarà messo a disposizione anche agli allievi ed agli insegnanti delle scuole elementari e inferiori locali per l’insegnamento di una parte del loro programma didattico legato alle materie scientifiche. In occasione dell’elaborazione dei contenuti si terrà conto in particolare delle persone con bisogni speciali al fine di rendergli possibile conoscere certi fenomeni e certe esperienze che non possono realizzare nel territorio del Parco perché in molte sue parti l’accesso gli è limitato a causa delle caratteristiche del terreno.

Costituzione dell’infrastruttura di base per la gestione del Parco nazionale Velebit settentrionale (nell’ambito del Progetto di integrazione alla rete europea Natura 2000 – EU Natura 2000 Integration Project – NIP)

Con questo progetto è pianificata la costruzione/ricostruzione di una serie di fabbricati in due località nelle zone più alte del Parco con lo scopo di migliorare i meccanismi di gestione e agevolare la vigilanza della zona. Nella zona del Veliki Lubenovac e dell’Alan nell’ambito del progetto saranno ristrutturate alcune cascine dei pastori che serviranno ai dipendenti e collaboratori del Parco come alloggio durante la stagione delle visite. Una parte delle cascine sarà in funzione didattica perché i fabbricati saranno ristrutturati identicamente a come erano le cascine degli allevatori del bestiame usate nel passato (muri a secco, focolare, assicelle di copertura…) per evocare ai visitatori lo spirito del tempo e il modo di vivere della gente del passato in questa zona.

Piccola bottega verde

Con il progetto della Piccola bottega verde saranno ideate le attività istruttive per diversi gruppi di visitatori. Oltre alle schede di esercizi destinate alle attività sul campo in tema dei valori naturali e culturali del Parco, dell’Orto botanico del Velebit e della stazione meteorologica Zavižan, si procederà con l’arredamento di un piccolo spazio, situato all’interno della Direzione del Parco, con contenuti didattici per bambini.

Rewilding Europe – Conserving European wilderness

Beginnings

The term wilderness is increasingly used in recent nature conservation. International Union for Conservation of Nature (IUCN) has defined wilderness in 1992 as a category of protected areas, placed above a national park in the protected areas hierarchy. You can read IUCN’s definition of wilderness here. In order to promote and develop the concept of wilderness in nature conservation, IUCN has set up a Wilderness Task Force in 2003. This Task force in cooperation with the WILD Foundation also organizes the World wilderness congress.

In 1990 six countries had legal acts concerning wilderness, while in 2009 there were nine countries with such acts, and at least nine others had politics or zonations that included wilderness, while two others were preparing wilderness acts. European Union got actively involved in developing wilderness as an approach to nature conservation in 2009, when the European parliament passed a Resolution on wilderness in Europe. The same year the European Commission representatives held a conference on wilderness in Prague, where the Wild Europe initiative , was accepted, a joint project of numerous nature conservation organisations. The outcome of the conference was the "Message from Prague", an agenda to raise the significance of wilderness in Europe, as well as a number of other wilderness related documents. The term wilderness was included in the new European biodiversity strategy, and in 2011 the process of making a European wilderness began.

Rewilding Europe

Aside from conserving the existing wilderness areas, increasing in importance are restoration projects, bringing nature back to a state of wilderness – rewilding. In this direction was launched the project Rewilding Europe in 2010, with the goal of rewilding 1.000.000 ha throughout Europe. The first five pilot areas were selected, and one of them is Velebit, including the Northern Velebit National Park. The Northern Velebit National Park’s vision, as defined during the process of making the Park’s Management plan, includes wilderness as the fundamental identity of the Park.

In 2011 the project activities were defined in detail, and in 2012 the implementation in the field began. You can follow the news on the development of the project on our website.

Learn more about the entire Rewilding Europe project.

European destination of excellence (EDEN)

EDEN is an acronym for European Destinations of ExcelleNce – a project promoting models of sustainable tourism development in the European Union. The project is based on national competitions for touristic destinations of excellence in each participating country, emphasizing the values and diversity as well as the common characteristics of European destinations and encouraging networking of award-winning destinations. The project goal is to develop and promote destinations with less developed tourism.

Each year the European Commission chooses a theme, and as Croatia has been a part of the project from the start, it has five destinations of excellence with five different themes:

Learn about other European destinations of excellence as well.

How did it all begin?

The competition for European destinations of excellence started in 2005 as a pilot project in the country members of the European Union. Croatia was offered a chance to participate, but without the rights to financial support (2006/2007) when Sveti Martin na Muri was awarded a touristic destination of excellence in the rural area. In Croatia the EDEN project is implemented by the Croatian National Tourist Board together with its system of County Tourist Boards based on an action plan approved by the European Commission.

Northern Velebit National Park is the winner of the third Croatian competition for a European destination of excellence (EDEN) with the theme of Tourism and protected areas. County Touristic Boards nominated a total of 19 destinations to the Main office of the Croatian Tourist Board, and the committee of the ministry of tourism and the Main office of the Croatian Tourist Board made a selection of 10 protected area destinations from which five candidates entered the final selection. Along with Northern Velebit three nature parks – Učka, Papuk and Lastovo islands as well as the Park Forest Trakošćan entered the final selection. The criteria graded by the committee were rather demanding, and a number of categories were observed:

  • offer formatting of the protected area (science and culture, education, recreation, tourism),
  • orderliness and equipment of the destination and the protected area (access, equipment, signalisation, accommodation capacity, attractions and cultural heritage),
  • management of the protected area and conservation measures (management plan, physical plan, research projects, cooperation with local government),
  • social influences (type of visitors, mode of visiting, education),
  • economic influences (employment opportunities, traditional activities development),
  • additional content (manifestations, souvenirs, other offer),
  • communication with visitors (promotion materials, info-centres).

Each category and subcategory was given a grade 1-5 and the Northern Velebit National Park won 185 points out of possible 190.

 
 

EDEN 2009 – what next?

The awarding and annual network meeting of EDEN destinations is organised as a part of celebrating the European Tourism Day and the European Tourism Forum in Bruxelles.

As a national winner we got the opportunity to present Northern Velebit National Park, the town of Senj as well as Croatia on a two day fair of EDEN destinations held also as a part of celebrating these two significant dates of European tourism.

The representatives of Croatian Tourist Board, County Tourist Board of the town of Senj and Northern Velebit National Park also took part in workshops aimed to help us brand and promote the EDEN destinations, as well as develop indicators to help management of the destination to follow the sustainability of tourism development.

Northern Velebit National Park also signed the Bruxelles “Declaration on a European Network of Destinations of Excellence for Sustainable Tourism” committing to exchange information and experiences on the web portal created by the European Commission, participate in annual workshops and implement the actions and conclusions of the network, constantly exchange information and knowledge regarding tourism development programmes based on sustainable development.

In order to promote the European destinations of excellence and EDEN destinations, the European Commission has also presented its projects – a web portal, a special 30-page insert in the publication The Parliament Magazine, a DVD film named „Discover European hidden treasures“, EDEN brochure and posters promoting the destinations.

At the initiative of the EU every country has its EDEN ambassador and an EDEN journalist. In Croatia the EDEN ambassador is Mrs. Lidija Komes chosen for her extensive work in nature conservation and education of the youngest generations, and the EDEN journalist is Mrs. Željka Sruk whose mission it is to follow events in the EDEN destinations.

After the entrance to the EDEN destinations network Park representatives attended the regular annual workshops (Finland and Malta) whose objectives were to strengthen the connection between the existing destinations, exchange “good practice” examples and define further steps in developing sustainable tourism in every single area.

 
 

Project under the guidance of the European Commission has ended in 2011, meaning there will be no new destination competitions. But, that doesn’t mean that the project doesn’t “live on”. On the contrary, in February 2012 a formal Organisation of EDEN destinations was founded, with its office in Bruxelles, joined by 69 out of the 98 European destinations of excellence.

It is necessary to stress that this project is aimed at promoting European tourism as well as individual country and region tourism and awarded destinations, and in this way stimulating other destinations to accept models of sustainable tourism development.

Northern Velebit National Park Public Institution also has in its Management plan defined as one of its goals: to develop well organized, sustainable, uninvasive educative and cultural tourism, based on the natural values of the area that coincides completely with the aim of this project and will strive to utilise the advantage of tourism and visiting system development, while reducing the deficiencies to the minimum level possible.

Tekst